Decalogo

NEI CONFRONTI DEGLI AUTORI

• Partiamo dal contratto. Niente false promesse. Niente ambiguità. Troviamo l’accordo (anche temporale). Definiamo regole chiare e poi partiamo per il viaggio. Pagheremo i diritti d’autore.
• Siamo una casa editrice piccola, vero, MA ASSOLUTAMENTE NON A PAGAMENTO! Non chiediamo contributi per la pubblicazione (né per nessuna delle fasi successive, sia ben chiaro) e non obblighiamo ad acquistare copie. Non chiederemo contributi per ufficio stampa o altri servizi. O se decidessimo di fare dei gadgets (tipo segnalibri). Chi pubblica con noi, pubblica perché riteniamo abbia talento e qualcosa da dire e quindi ci investiamo. E, sì, anche farci vendere copie e contribuire alla nostra reputazione e credibilità.
• Non intendiamo agire da tipografia: il nostro lavoro non termina con la stampa del libro… Il difficile arriva dopo! Intendiamo organizzarvi presentazioni, iscrivervi a premi, ecc senza chiedervi contributi. Ma vi chiederemo di collaborare ovviamente: la migliore strategia passa per un lavoro congiunto, editore e autore, sui vari canali (social inclusi).
• Consideriamo essenziali promozione e distribuzione per il libro: vuol dire che il vostro libro sarà reperibile in libreria. Non solo sul sito della casa editrice e sulle librerie online.
• Non compriamo recensioni. Collaboriamo con blogger ai quali chiederemo di recensire i nostri libri, con senso critico e senza condizionamenti. Accetteremo (e voi con noi) suggerimenti, critiche, plausi, incoraggiamenti.
• Senza di voi non avremmo voce. Lo sappiamo e ve lo dimostreremo. Ci saremo per voi. L’autore avrà a che fare con delle persone. In carne e ossa. Ci saremo per chiarire i dubbi, per discutere della copertina, delle presentazioni, delle idee. E’ una casa editrice in crescita e crediamo nel crescere insieme.
• Non siamo improvvisate! Abbiamo studiato per essere dove siamo. E ci avvaliamo di professionisti (grafici, webmaster, editors). Ci conquisteremo credibilità e mercato. Siamo agguerrite!

NEI CONFRONTI DEI LETTORI

Ascoltiamo i nostri lettori o potenziali lettori. Sul sito c’è una pagina “CONTATTI” che potete usare come “cassetta dei suggerimenti”: segnalateci nuovi autori, cosa vi è piaciuto e cosa non vi è piaciuto, critiche, suggerimenti. Fateci sapere cosa vi “portate via” di ogni singolo romanzo… E’ un furto per il quale non sporgeremo mai denuncia!
Se volete iscrivervi alla newsletter, sulla pagina troverete l’apposito modulo da compilare.
Vogliamo tornare ad un “leggere lentamente e con gusto”. Ricordare e risvegliare in chi sceglierà i nostri libri l’idea e la consapevolezza che un forte lettore non è solo chi legge moltissimo ma è anche e soprattutto chi partecipa intensamente a quanto scritto nel libro. Un lettore forte è colui che è capace di creare un vero legame con la parola scritta. E’ colui che rispetta il proprio tempo interiore perché ciò che ha letto possa radicarsi e fiorire in lui. Noi non crediamo nel detto che “chi si ferma è perduto” ma nel contrario. Fermatevi, riprendete i giusti ritmi della vita, fatevi aiutare dai libri a gustare l’esistenza. Imparate da poeti, scrittori e artisti “l’arte del vivere bene”.

“Volevano insegnarti ad andare di fretta,
a correre veloce,
a stare al passo con i tempi
ma tu hai imparato
a sorseggiare il caffè piano piano
a tirare i sassi al mare
a leggere poesie”
(Gio Evan)