Il Galateo del manoscritto

Cari scrittori qui di seguito riportiamo – dopo oltre un anno di esperienza di ricezione dei manoscritti – qualche buona regola perché l’invio tramite mail dei Vostri manoscritti risulti ai nostri occhi curato nel modo più serio e professionale possibile.

L’email è la prima impressione che noi avremo di voi e della vostra proposta. Non mandate mail ciclostilate o, peggio, non fate forward (inoltro) di mail inviate ad altre case editrici.

  1. Nell’oggetto della mail scrivere:  Vostro nome e cognome e nome della Vostra opera es: CAIO SEMPRONIO “I CIELI HANNO SEMPRE RAGIONE” (non limitatevi a scrivere “proposta editoriale”: come vi troviamo tra mille mail?)
  2. Corpo della mail: raccontate un po’ in generale della Vostra opera, di come è nata, di chi siete etc… molto liberamente e in modo personale. Qui per noi non esistono regole, solo buon senso da parte Vostra… Avete dato un’occhiata al nostro sito e al nostro catalogo? Bene, fatecelo capire.
  3. File allegati: BIOGRAFIA ( nominate il file in questo modo: BIOGRAFIA “ il vostro nome e cognome”  e  NOME DELL’ OPERA  es: BIOGRAFIA CAIO SEMPRONIO  “I CIELI HANNO SEMPRE RAGIONE”; OPERA (nominate il file con NOME dell’opera  e Vostro NOME  e COGNOME  es: “I CIELI HANNO SEMPRE RAGIONE”  CAIO SEMPRONIO); SINOSSI (nominate il file in questo modo: SINOSSI “nome dell’opera”  Vostro NOME  e COGNOME  es: SINOSSI “I CIELI HANNO SEMPRE RAGIONE” CAIO SEMPRONIO)
  4. Se avete lavorato con un editor al manoscritto, ditecelo (indicando il nome dell’editor) ma evitate di scrivere “romanzo già sottoposto ad editing quindi non serve che lo editiate voi”: ci piace fare editing insieme agli autori ed è una nostra valutazione stabilire se il vostro manoscritto sia pronto per essere pubblicato o meno, che sia stato editato o meno.
  5. Non mandateci la copertina: se avete un’idea di copertina ne parleremo a tempo debito ma le nostre copertine esprimono la nostra identità editoriale quindi la vostra idea si deve amalgamare con quanto fatto in precedenza e con quanto faremo successivamente.

Il manoscritto deve essere leggibile. Meglio se usate il carattere Times New Roman grandezza 14 con paragrafi giustificati, interlinea 1,5 righe. Altra cosa molto importante: LE PAGINE DEVONO ESSERE NUMERATE.

La sinossi NON è la quarta di copertina. La sinossi è il riassunto della trama del vostro libro. Se avete scritto un giallo, sì, vogliamo sapere l’assassino, non temete di fare spoiler! La sinossi deve essere sintetica ma esaustiva, diciamo lunga una cartella – una cartella e mezza.

Quanto alla nota bio-bibliografica, siate onesti e trasparenti. Non è un cv, non serve che vi dilunghiate: ma diteci cosa fate nella vita oltre a scrivere. Aggiungete il luogo e l’anno di nascita, qualche considerazione su dove vivete; elencate tutte le vostre (eventuali) pubblicazioni, e anche se avete vinto o siete arrivati in finale a dei concorsi letterari. Se avete pubblicato con editori a pagamento o in self, per favore precisatelo.

Detto ciò, nella speranza che abbiate capito l’intento con cui è stata scritta questa breve lettera, da Biplane Edizioni è tutto! Aspettiamo con entusiasmo i vostri scritti, le vostre idee e pensieri,  i Vostri mondi che sapremo rispettare e, se il nostro cammino si intreccerà con il Vostro, anche rendere visibili a chi desidererà leggerli…ma questa è tutta un’altra, possibile, Storia…

Da ultimo: se vi facciamo una proposta che non è di vostro gradimento perché ad esempio contempla editing e voi non volete toccare una virgola del vostro romanzo, o un personaggio o il finale, rispettiamo la vostra scelta ma voi rispettate noi: ditecelo. E’ accaduto che autori non rispondessero alle mail o rispondessero con un “ci penso e vi faccio sapere” e poi siano spariti.  E’ davvero poco professionale per uno scrittore che si definisca tale.

Buon lavoro cari scrittori!!! A presto!

Clara, Patrizia, Lara

Biplane Edizioni